lunedì 10 luglio 2017

Leonardo Da Vinci Anticipa L’Avvento Del Carro Armato



Leonardo da Vinci progettò “carri coperti sicuri e inoffensibili” e ne previde il corretto impiego sui campi di battaglia. Lasciò infatti scritto che “dietro a questi potranno seguire fanterie assai illese e senza alcun impedimento”. Un'anticipazione sull'avvento del carro armato vero e proprio.

Ma già prima di queste osservazioni di Leonardo da Vinci, alcuni carri coperti erano stati usati in battaglia nell’antichità, per esempio dagli Assiro-Babilonesi, come documentavano i bassorilievi dell’870 a.C. conservati al British Museum di Londra.

Altri tipi di carri da battaglia furono progettati e disegnati nel rinascimento da Mariano di Jacopo da Siena, detto Taccola, ingegnere esperto di fortificazioni militari e dallo scrittore Roberto Valturio nel suo trattato militare “De re militari” (1472).

Nel 1588, Agostino Ramelli progettò un carro anfibio, con struttura di tavole di legno e a tenuta stagna. Per manovrare sul terreno, disponeva di quattro ruote, mentre nell’attraversamento dei corsi d’acqua il movimento era favorito da due ruote a pale.

Infine nel XIX sec. Interessanti descrizioni di carri armati apparvero nelle opere di scrittori di fantascienza, come il francese Jules Verne e l’inglese H.G. Wells.

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento