sabato 7 febbraio 2015

L'Ortica: Una Pianta Amica Dell’Uomo



I peli ispidi che ricoprono le foglie dell’ortica contengono un liquido irritante che produce, in chi li sfiora, una sensazione cutanea di bruciore che può durare per ore. Eppure l’ortica è una pianta amica dell’uomo: cresce ovunque e possiede numerose proprietà medicamentose. Oltre ad essere ricca di potassio, calcio ,fosforo, ferro, vitamina A e vitamina C.
Anche se la loro raccolta pone dei problemi (può facilmente essere raccolta utilizzando un paio di guanti), le foglie essiccate sono state a lungo usate dagli erboristi soprattutto come diuretico. Inoltre, hanno proprietà astringenti e, applicate sulla pelle, possono guarire eczemi e altri problemi cutanei. Più controverso è il loro uso contro l’artrite. Secondo alcuni pazienti che le utilizzano, appoggiando le foglie secche sulla pelle, un corrispondenza delle articolazioni infiammate, il dolore diminuisce quasi istantaneamente.  
L’ortica agirebbe quindi da revulsivo, contrastando il dolore. Benché non sia stata convalidata scientificamente, questa applicazione è ancora molto popolare in Germania. Infusi e decotti di ortica sono ottimi rimedi contro l’anemia e l’astenia, mentre contro i dolori reumatici cronici gli erboristi consigliano il succo di ortica. 
Le parti utili di questa pianta sono le foglie fresche o secche e le radici, mentre i principi attivi sono: clorofilla (in grande quantità), acetilcolina, istamina. Il periodo migliore per la raccolta va da giugno a settembre.

Nessun commento:

Posta un commento