giovedì 1 gennaio 2015

Il Sole Invecchia La Pelle, Consigli Utili Per Un’Abbronzatura Sana



Il sole invecchia la pelle, è un dato di fatto. Anche se forse questa affermazione vi sembrerà azzardata, se desiderate restare eternamente giovani  dovrete rassegnarvi al pallore. In epoche passate, un viso candido come il latte era sinonimo di bellezza e purezza, ma ormai da tempo la moda ha dettato regole diverse, così la maggior parte di noi non intende rinunciare ai piaceri della spiaggia e della tintarella
Sappiate però che una frequente  esposizione al sole rischia di far avvizzire la pelle prematuramente e di renderla segnata, poiché la disidrata facilmente. Ma è altrettanto vero che l’abbronzatura dona al corpo un aspetto sano e luminoso, un corpo scuro risulta anche più tornito e un viso abbronzato non necessita di trucco. Inoltre, il sole è una preziosa fonte di benessere generale per tutto l’organismo. Anche con esposizioni non troppo prolungate, infatti, il sole facilita la sintesi della vitamina D, e questa favorisce lo sviluppo e la calcificazione delle ossa, vale a dire che incoraggia l’assorbimento del calcio assunto con la dieta. L’importanza di questo processo è enorme: pensate solo che la carenza di vitamina D fa correre il rischio dell’osteoporosi, in particolare nel periodo già critico, per le donne, della menopausa.

La regola generale resta dunque una sana via di mezzo: sì all’abbronzatura, ma con qualche accorgimento e consiglio utile. Fate attenzione a non prolungare troppo l’esposizione senza esservi prima spalmati tutto il corpo di creme filtranti, e cercate di prevenire e attenuare gli effetti negativi e dannosi dei raggi solari con i prodotti giusti. Fortunatamente, grazie alla scienza moderna in campo cosmetologico e curativo, oggi è possibile proteggersi dai raggi dannosi del sole permettendo, al contempo, a quelli benefici di abbronzare la pelle. I cosmetici che avete a disposizione in commercio sono svariati e si possono suddividere in due categorie: chimici e naturali. I prodotti chimici ce bloccano i raggi ultravioletti contengono degli schermi solari e sono presenti in moltissimi prodotti abbronzanti. La maggior parte di quelli naturali, invece, come gli oli, non contengono filtri schermanti ma sono in grado di offrire soltanto i principi attivi e le virtù naturali di cui sono ricchi. Ma in generale, i prodotti naturali sono consigliati esclusivamente a chi ha la fortuna di vantare una pelle robusta o un fototipo scuro, che non si scotta facilmente. Chi invece ha una pelle molto sensibile, come ad esempio i bambini e le persone dal fototipo chiaro, deve necessariamente usare prodotti contenente filtri solari. Quando poi la pelle sarà abbronzata, si potrà eventualmente procedere con ricette naturali che manterranno uno splendido e duraturo colorito. 

Ricordate, infine, che l’olio d’oliva, così come l’olio di cocco, hanno la preziosa virtù di assorbire i raggi ultravioletti, favorendo in questo modo un’abbronzatura uniforme, mentre l’olio di sesamo è adattissimo per le pelli chiare. Se invece soffrite di qualche problema all’epidermide, allora dovrete difendervi con prodotti a schermo totale che impediranno il passaggio dei raggi nocivi e vi terranno al riparo da fastidiosi arrossamenti ed eritemi.

Nessun commento:

Posta un commento