lunedì 8 dicembre 2014

Lo Spatifillo, Consigli E Cura Per Tenerlo In Casa



Lo spatifillo, originario del Venezuela e della Colombia, è una pianta erbacea perenne rizomatosa, caratterizzata da uno splendido fogliame e dalla produzione di infiorescenze a spadice assai durevoli, color crema, avvolte da una bellissima spata bianca, che col passar del tempo, diventa verde pallido; i fiori si sviluppano senza problemi anche in casa, anno dopo anno, tra maggio e agosto. 
Le foglie sono persistenti, oblunghe, ampie, acuminate, lucide, di colore verde intenso e abbastanza consistenti; sono sorrette da un lungo picciolo e raggiungono la lunghezza di circa 25 centimetri. Bel periodo di caldo più intenso (e anche in inverno, se la pianta vive in una stanza molto riscaldata), bisogna porre il vaso in un sottovaso pieno di ciottoli che vanno mantenuti bagnati. Si deve poi ricordare che lo spatifillo va posto al riparo dalle correnti d’aria, ma in un locale ben aerato, dal momento che non sopporta il fumo, né l’aria viziata o inquinata. In estate può anche essere portato all’aperto, in terrazzo o in giardino, collocandolo all’ombra e garantendogli la giusta umidità. La temperatura ideale si colloca tra i 16 °C e i 26 °C. Ovviamente in estate le temperature più elevate dovranno essere compensate da un maggior apporto di umidità. È molto importante evitare gli sbalzi di temperatura, perché questa pianta ha bisogno di calore costante
Durante l’estate, nel periodo di massima attività della pianta, lo spartifillo dev’essere innaffiato ogni tre-quattro giorni; d’inverno invece, se la pianta si trova in un ambiente non  molto riscaldato, avrà una fase di riposo vegetativo e richiederà acqua solo una volta alla settimana. È importante spruzzare sovente il fogliame con acqua riposata. Per favorire la fioritura, è necessario concimare spesso, almeno ogni dieci giorni, aggiungendo una dose di fertilizzante liquido all’acqua delle innaffiature. Le piante che hanno raggiunto un certo livello di sviluppo richiedono una concimazione con prodotti piuttosto concentrati: è bene chiedere consiglio al proprio vivaista di fiducia. Si consiglia l’impiego di terriccio universale da vaso con aggiunta di terra di brughiera, terriccio di foglie e una piccola percentuale di sabbia. Il rinvaso si effettua ogni anno, nei mesi primaverili. Per pulire il bel fogliame della pianta sono sconsigliati i lucidanti fogliari è meglio usare solo un panno morbido inumidito. Buon coltivazione della vostra pianta spatifillo in casa.

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento