lunedì 10 novembre 2014

Lo Zenzero E Le Sue Proprietà Curative



Lo zenzero è usato da secoli come pianta medicinale. I cinesi scoprirono le sue proprietà curative almeno 2500 anni fa e lo usano ancora contro i raffreddori, la nausea, l’avvelenamento da prodotti ittici e molti altri disturbi.

Ma veniva utilizzato allo stesso modo anche in Grecia, in India e in altri paesi. In Tibet era prescritto durante la convalescenza, mentre in Giappone il suo olio veniva impiegato per un massaggio contro i dolori della colonna vertebrale e delle sue articolazioni. Oggi il decotto di zenzero viene ancora consigliato per il mal di stomaco e per favorire la digestione. Per preparare un decotto di zenzero si usa dello zenzero fresco, tagliato a fettine, a bagno in una quantità d’acqua pari cinque volte il peso in grammi dello zenzero. Si lascia in infusione per circa quindici minuti. Si porta l’acqua contenente lo zenzero, ad ebollizione, poi si abbassa la fiamma e si lascia sobbollire lentamente per 20 minuti. Essendo leggermente stimolante, è indicato anche per incrementare la circolazione durante le fredde giornate invernali.

La moderna ricerca scientifica ha individuato nuove applicazioni terapeutiche: lo zenzero polverizzato, per esempio, è efficace contro la nausea da viaggio (mal d’auto), e non provoca quegli effetti collaterali, come la sonnolenza, tipici degli analoghi rimedi in commercio.

La medicina naturale consiglia di masticare lentamente un pezzetto di zenzero per curare l’influenza e i raffreddori di stagione e di utilizzare invece la tintura di zenzero contro i dolori reumatici.

Nessun commento:

Posta un commento