domenica 9 novembre 2014

Tipologie Di Piante Pilea Da Appartamento




Solo poche specie del genere Pilea sono diffuse come piante d’appartamento: trattandosi di piante originarie di paesi tropicali, nei nostri climi possono essere coltivate solo al chiuso. Sono piccole erbacee compatte e cespugliose, perenni sempreverdi, con fogliame ornamentale; tollerano bene l’ombra e sono adatte a coprire spazi vuoti alla base di piante più alte.

Pilea cadirei
Pilea cadirei è una pianta cespugliosa, alta 30cm, molto ramificata ed espansa, tranne quando venga tenuta ben cimata, le sue foglie hanno un vago aspetto trapuntato con segnature argentee. La varietà nana “Minima” non supera i 15cm. I fiori sono piccoli e insignificanti.

Pilea spruceana
Pilea spruceana, affine alla specie precedente, è una piccola pianta con fusti e foglie carnosi, color verde bronzo, con piccoli fiori ascellari, di colore rosa, che sbocciano tra maggio e settembre. Particolarmente apprezzate sono le cultivar “Silver Tree”, con foglie macchiate d’argento, e “Norfolk”, con grosse foglie rotonde , che , se tenute in ombra, assumono tonalità bluastre. 
Pilea microphilla

Pilea microphilla è alta 25-30cm, con fogliame fitto, composto da piccole foglie verde chiaro. I fiori, insignificanti, sono riuniti in pannocchie ascellari. A maturità però le antere scattano bruscamente emettendo il polline in piccole nuvolette. Ciò ha valso a questa specie il soprannome di “pianta di fuoco d’artificio”. 

Il genere di pianta Pilea vuole una luce diffusa e una posizione ombreggiata durante i mesi estivi, ma più luminosa in inverno, comunque sempre al riparo dai raggi diretti del sole. Le somministrazioni d’acqua devono essere abbondanti, per tenere sempre umido il composto, ma senza inzupparlo. Si consigliano spruzzature regolari sulla chioma, preferibilmente al mattino. In primavera e in estate si somministra un fertilizzante liquido ogni due o tre settimane fino ad ottobre. Si consiglia l’utilizzo di terriccio universale da vaso. Si rinvasa ogni anno in marzo-aprile, trasferendola in un contenitore più grande solo se la pianta è cresciuta troppo; in caso contrario, ci si limita a sostituire il terriccio con composto fresco e fertile. L’appassimento delle foglie può essere provocato sia dall’eccesso, sia dal difetto di acqua: attenzione a innaffiare correttamente. Una vegetazione scarna e scolorita è invece sintomo di illuminazione insufficiente.

Nessun commento:

Posta un commento