mercoledì 29 ottobre 2014

Phoenix Roebellinii, La Palma Da Appartamento

 
La palma Phoenix Roebellini, della Thailandia, è la specie più utilizzata del genere Phoenix per essere tenuta in appartamento, anche se è non di facile coltivazione; è alta 1-2 metri, con fusto quasi inesistente; le foglie, di colore verde scuro e lunghe 60 cm, partono da un breve stipite e hanno un portamento pendente. 
 
Il genere Phoenix comprende diciassette specie di palme, alcune delle quali, come la palma da datteri, sono grandi piante arboree, mentre altre sono di dimensioni minori, e altre ancora cespitose.
Tutte hanno grandi foglie pennate, persistenti, munite di un robusto picciolo, più largo nel punto d’inserzione sul fusto. Sono piante unisessuali, con fiori maschi e fiori femminili che si formano su soggetti diversi.

In estate la palma Phoenix Roebellini la si può portare all’aperto in tutte le regioni italiane, e dove il clima è più mite, è possibile piantarla anche in terra e utilizzarla per decorare parchi e giardini.



In appartamento questa palma richiede molta luce, tuttavia i raggi diretti del sole estivo possono provocare l’ingiallimento delle foglie e risultano particolarmente dannosi per le piante giovani che devono essere più protette. In inverno, è opportuno che la temperatura minima non scenda mai sotto i 10-12 °C. Se la pianta vive in un appartamento riscaldato durante i mesi invernali, occorre garantire sufficiente umidità atmosferica.



Le innaffiature devono essere abbondanti e regolari da maggio a settembre, periodo di maggiore attività vegetativa. A partire da settembre invece si devono ridurre progressivamente, poiché durante i mesi invernali devono essere molto moderate a meno che la pianta non si trovi in ambiente eccessivamente riscaldato. Negli anni in cui non si rinvasa, è opportuno somministrare un fertilizzante liquido nel periodo primaverile - estivo.



È consigliabile utilizzare il terriccio universale da vaso con aggiunta di terra di bosco. Si rinvasa a marzo o inizio aprile, ogni 2-3 anni. È bene tenere presente che queste piante producono un grande ammasso di radici, spesso più espanso rispetto alla chiama.

Il fogliame tende a scolorire, appassire e infine a cadere se si creano condizioni di siccità e scarsa umidità dell’aria, oppure se non si è innaffiato abbastanza. Le stesse cause provocano l’imbrunimento della punta delle foglie.

Questa specie di palma viene molto spesso usata per parchi e giardini, ma è anche una elegante pianta d’appartamento

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento