domenica 19 ottobre 2014

Coltivare Una Pianta Di Papiro In Appartamento


Il papiro è una pianta molto decorativa, originaria del Sudamerica dell’Africa, dell’Asia e dell’Europa, in natura cresce bene nei luoghi umidi e caldi: quindi, nelle regioni con inverni freddi può essere coltivata solo come pianta d’appartamento.
Può essere portata in terrazzo o in giardino, ma solo d’estate, purché posizionata all’ombra e tenuta molto bagnata. Di fatto è una delle poche piante che non teme l’eccesso d’acqua, in quanto è naturalmente predisposta a crescere negli acquitrini.
Il papiro che solitamente si coltiva in appartamento è il Cyperus alternifolius, con fusti molto lunghi che possono superare 1.8m di altezza, triangolari, spessi alla base e ricchi di un midollo fibroso, di un bel colore verde scuro. 

Le foglie sono strette, poco appariscenti, disposte in un verticillo a ombrella alla sommità di ogni stelo. Le infiorescenze che compaiono in estate sono costituite da spighette piumose. Non è facile garantire a questa pianta le condizioni di umidità e temperatura ottimali nel periodo invernale. Conviene porre il vaso su una scala luminosa o in un giardino d’inverno, perché gli ambienti riscaldati sono troppo asciutti e richiedono continue spruzzature e somministrazione di acqua. Cyperus papirus è invece la specie che cresce spontanea in Egitto, ma svolge funzione ornamentale se coltivato in vaso: può raggiungere dimensioni notevoli.


In appartamento il vaso va posto in buona luce, ma mai direttamente al sole. Con temperature superiori ai 27 °C si deve in ogni caso proteggere la pianta dalla luce troppo forte. La temperatura ottimale per questa pianta sia aggira tra i 21 e 27 °C; vanno garantite molta umidità e spruzzature quotidiane. D’inverno, la temperatura va mantenuta intorno ai 15 °C, facendo attenzione ad aumentare l’umidità nel caso in cui il termometro salga oltre questo valore e l’atmosfera si faccia secca. Si innaffia generosamente, anzi conviene mettere il vaso dentro una vaschetta con 5-7 cm di acqua, affinchè la pianta la assorba liberamente. Ogni due settimane, da marzo fino a settembre, si diluisce nell’acqua delle innaffiature del fertilizzante liquido. D’inverno il composto dev’essere bagnato (non fradicio) e si sospende la concimazione.

Si consiglia l’uso di terriccio universale da vaso oppure di terra da orto con l’aggiunta di un po’ di torba e sabbia e di qualche pezzo di carbone nella torba accuratamente sbriciolata.

Il papiro è una pianta davvero bella quando si sviluppa rigogliosa, ma non è facile offrirgli le condizioni ottimali in appartamento. 

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento