giovedì 30 ottobre 2014

Achillea Millefoglie: Storia Ed Usi Di Questa Pianta Dalle Proprietà Curative



Achillea millefoglie è una pianta aromatica usata frequentemente per profumare gli ambienti e nelle preparazioni erboristiche. La leggenda narra che sia stata usata dall’eroe greco Achille (da qui il nome) per fermare la fuoriuscita di sangue dalle ferite dei suoi guerrieri.

Anche il medico greco Dioscoride la riteneva “di incomparabile efficacia contro le piaghe sanguinanti e le ulcere vecchie e nuove”. Nel XII secolo santa Ildegarda, abbadessa di Bingen, la indicava come rimedio contro le mestruazioni dolorose e il sangue da naso.

La moderna fitoterapia utilizza le proprietà emostatiche dell’achillea millefoglie, come pure quelle antispasmodiche, confermate da recenti ricerche di laboratorio. La sua azione astringente viene sfruttata nei casi di diarrea, mentre quella antinfiammatoria contro i dolori dell’artrite. Inoltre la pianta avrebbe anche effetti diuretici e antisettici.



Alcuni erboristi raccomandano l’infuso di fiori di achillea per ridurre la febbre e stimolare l’appetito. I cataplasmi ricavati dai fiori o dalla pianta intera possono essere applicati sulle articolazioni gonfie, sulle ferite e sui tagli. I principi attivi di questa pianta offrono interessanti proprietà cosmetiche e dermatologiche quali antinfiammatorie, rassodanti, disarrosanti, antiseborroiche.

Come controindicazioni è sconsigliato l’uso in caso di gravidanza o allattamento, in caso di ipersensibilità a uno o più componenti presenti nella pianta. 

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento