lunedì 13 gennaio 2014

Cura E Manutenzione Della Pianta Fittonia


La fittonia è una pianta molto decorativa, grazie al suo fogliame elegantemente colorato. Le foglie sono di forma ovale, di colore verde scuro, decorate da nervature bianco-argentee, ma in altre cultivar possono essere di vari colori, come per esempio rosa. 

È una pianta facile da coltivare, molto adatta a far parte di composizioni di piante d’appartamento: nelle fioriere, figura bene in primo piano, davanti a piante più grandi e slanciate, di colore verde uniforme. Dal momento che il suo apparato radicale è poco profondo, si adatta anche ottimamente alle ciotole, in particolare la cultivar “Nana”, di proporzioni ridotte, ma bisogna assicurarsi che il contenitore abbia un buon drenaggio, dal momento che, benché avida di acqua, la fittonia non sopporta i terreni inzuppati.Quando c’è eccesso di acqua infatti, le foglie perdono il colore e finiscono per cadere, mentre gli steli marciscono; per contro, se la pianta rimane troppo asciutta, anche per breve tempo, le foglie appassiscono e si raggrinziscono. Un buon espediente consiste nel porre il vaso in un sottovaso un po’ alto, riempito di ghiaia e di ciottoli tenuti sempre bagnati. Infine, la fittonia è una specie assai facile da riprodurre, dal momento che i fusti producono radici con grande facilità: osservando attentamente la pianta, si nota spesso che taluni fusti, che casualmente poggiano sul terriccio, radicano spontaneamente dando vita a nuove piante.


La fittonia come esposizione, preferisce posizioni luminose ma non direttamente esposte ai raggi solari. In estate, la temperatura ideale si aggira tra 24 e 27 °C, mentre nel periodo invernale non deve scendere sotto i 18 °C; nei nostri climi, rappresenta una tipica pianta d’appartamento.
La fittonia è una pianta che ha bisogno di molta acqua, senza però che il terriccio risulti fradicio: a seconda della temperatura ambiente si deve innaffiare in modo da non lasciare mai asciugare, né inzuppare il terreno. Anche l’atmosfera ambiente dev’essere umida, pertanto si consiglia di spruzzare quotidianamente il fogliame nei periodi caldi: non solo d’estate, ma anche d’inverno, se la pianta si trova in un locale artificialmente. Durante il periodo vegetativo (maggio-agosto) è bene somministrare un fertilizzante per piante da foglia ogni tre settimane, mescolando all’acqua d’innaffiatura.
Per il terreno si consiglia un miscuglio di terriccio di bosco, terriccio universale da vaso e sabbia, per renderlo più permeabile e migliorare il drenaggio. Talvolta la pianta produce dei fiorellini bianchi sotto il fogliame: quando ciò si verifica, è consigliabile asportare subito i fiori, allo scopo di rinvigorire lo sviluppo del fogliame ornamentale.

**Prodotti in grande offerta su Amazon, approfittane ora, compra subito**

Nessun commento:

Posta un commento