martedì 26 marzo 2013

Cryptanthus Bivittatus: Il Fiore Nascosto



Diversamente da molte altre bromeliacee, il Cryptanthus bivittatus nel suo ambiente naturale, (la giungla brasiliana) vive sul terreno e non sugli alberi; nel suo habitat è possibile trovare centinaia di queste piante, diverse per colore e ornamentazione delle foglie, riunite a formare fitti tappeti sul suolo forestale.

 

La maggior parte delle specie di questo genere è priva di fusto, cosicché le corte foglie, lanceolate e arcuate, formano una bella rosetta a livello del suolo; i fiori sono in genere insignificanti e, come indica il nome dele genere (Cryptanthus significa, dal greco, “fiore nascosto”), sono praticamente nascosti sotto le foglie.
Si tratta di piante molto adattabili che si possono coltivare in vaso senza difficoltà in appartamento oppure sistemare in un giardino in bottiglia, fissate a un pezzo di muschio o di corteccia.
Cryptanthus bivittatus è la specie più nota e diffusa; presenta foglie lanceolate a margini ondulati che formano una folta rosetta ed è disponibile nei vivai in svariate cultivar. Tra queste ultime citiamo: “Atropurpurea”, con foglie sfumate di porpora in cui non si distinguono quasi le striature; la “Minor”, una piccola pianta a foglie verde oliva con bande di colore bruno rossastro; la “Tricolor”, più grande, con foglie strette, cuoiose, lunghe 20cm circa, di colore verde oliva con margine bianco crema, delicatamente sfumate di rosa salmone.
 

Se la pianta è coltivata in un giardino in bottiglia, va protetta dall’insolazione diretta, diversamente se è coltivata in vaso, può tollerare anche il sole diretto; vuole comunque molta luce.
Richiede una temperatura di 21°C, necessaria alle radici per stabilizzarsi nel composto. Durante l’inverno, il cryptanthus non sopravvive a temperature inferiori ai 15°C.
Si innaffia circa due volte alla settimana, quanto basta a mantenere il composto costantemente umido. Nei periodi più caldi occorre spruzzare acqua sul fogliame, regolarmente ogni due giorni. D’inverno si innaffia quanto basta a mantenere umido il composto: una volta alla settimana, se la pianta non vive in ambiente riscaldato, come in estate se il vaso è posto in una stanza molto riscaldata.
Durante il periodo di crescita della pianta si concima ogni 6-8 settimane aggiungendo un paio di gocce di fertilizzante liquido nell’acqua delle spruzzature (concimazione fogliare). Si consiglia l’utilizzo di un composto a base di torba, al quale si può aggiungere un po’ di sabbia grossolana per assicurare un buon drenaggio. Vasi a tronco di cono e ciotole alte di ceramica o terracotta sono i contenitori più adatti per valorizzare questa pianta.
Il metodo di riproduzione/moltiplicazione più facile è la divisione dei germogli che si formano alla base della pianta: si estrae la pianta dal vaso e si separano con cura i germogli basali dalla pianta madre, dividendo delicatamente le radici. Si trapianta quindi ogni germoglio in un proprio vaso; si mantiene umido il composto e si fornisce una temperatura di 21°C o più, finchè le radici della piantina iniziano a crescere, quindi la si cura nel modo indicato per le piante adulte.

Nessun commento:

Posta un commento