martedì 6 marzo 2012

Le Nuove Tecnologie E L’Isolamento Giovanile


Le nuove tecnologie che hanno permesso a tutto il genere umano di fare passi da gigante negli ultimi cinquanta anni, ci consentono di fare cose che prima a stento avremmo immaginato. In particolare, l’uso di Internet è diventato così necessario per tutti, da diventare indispensabile, e sono tante le persone che si chiedono: ma come abbiamo fatto prima a vivere senza?

Internet è il futuro, ci permette di fare tutto: possiamo fare acquisti, prenotare viaggi, consultare libri, studiare, comunicare con i nostri amici in ogni parte del mondo. In realtà, il vero vantaggio è quello di aver abolito le barriere spazio-temporali, basta un semplice clic per comunicare con il mondo intero.

Come accade sempre, anche per le nuove tecnologie ci sono i lati negativi, che influenzano soprattutto la vita delle nuove generazioni, che sono nati e cresciuti con queste tecnologie, e che vivono completamente immersi in un mondo virtuale.

Sono milioni, in tutto il mondo, i ragazzi che dopo la scuola, trascorrono ore e ore nelle loro stanze, davanti al monitor del pc, a chattare, socializzare con altri, dimenticando che al di fuori di quelle quattro mura esiste un mondo che merita di essere scoperto. Si perde il contatto con la realtà, il gusto di uscire con gli amici, e di trovare una fidanzata o un fidanzato nel mondo vero. Questa dipendenza da internet può essere deleteria, facendo dimenticare ai ragazzi quello per cui vale la pena vivere. Forse molti giovani, timidi e introversi, preferiscono vivere la loro vita attraverso uno schermo, in questo modo è più facile vincere la timidezza e si è più forti, dato che il computer diventa una sorta di protezione. I comportamenti utilizzati in rete non sempre sono compatibili con quelli utilizzati nella realtà e molti giovani potrebbero confondere i due mondi, quello virtuale e quello reale, sviluppando un senso di insoddisfazione nei confronti del mondo vero. 
Questo problema sta aumentando in maniera vertiginosa, nei paesi industrializzati e tecnologicamente avanzati, in primis in Giappone, ma anche  nel resto dei paesi occidentali.  Sarebbe opportuno passare meno tempo su internet, dato che questa dipendenza dalla rete, potrebbe causare problemi comportamentali e depressivi.

Nessun commento:

Posta un commento